New Zealand

Sour IPA

Il concetto di birra acida è apparentemente semplice, ma la sua produzione richiede molta attenzione e pazienza. Iniziamo con la macinazione del malto, passando al suo ammostamento, filtrazione, e infine passiamo al processo di acidificazione. Consiste nell’aggiungere al mosto i batteri lactobacillus – le stesse creature benefiche che consumate nei formaggi stagionati o nei crauti (prodotti fermentati) – in modo che inizino la fermentazione lattica e abbassino il pH del mosto. È qui che si svolge tutta la magia di creare un complesso aroma e sapore “aspro”. Il birraio osserva attentamente l’abbassamento del pH, in modo da passare rapidamente alla bollitura del mosto, poi al suo raffreddamento ed ovviamente ad aggiungervi il lievito che conclude il lavoro con una seconda fermentazione – questa volta è il lievito che fa fermentare la birra.

Sour India Pale Ale è uno stile di punta della rivoluzione della birra in versione acida, in cui il luppolo neozelandese fa un lavoro perfetto. Alla composizione aromatica vi abbiamo aggiunto frutti tropicali e un po’ di cocco.

ABV: 6 %

Estratto: 16 %

IBU: 45

Luppolo: CTZ, Nelson Sauvin, Motueka, Rakau, Wai-iti

La prima produzione: Novembre 2020

Ingredienti:

acqua, malto d’orzo, farina d’avena, malto di frumento, luppolo, lievito, fermenti lattici: lactobacillus.

 

 

Scarica:
Etichetta
Medaglione
Foto della bottiglia

Provalo anche tu

Articoli correlati